Domenica 11 Luglio 2010

Mondiali/ Olanda-Spagna, 90' per entrare nella storia


Roma, 10 lug. (Apcom)
- Il Soccer City di Johannesburg ospiterà stasera l'inedita finale dei Mondiali sudafricani tra l'Olanda e la Spagna. Una sfida tutta europea con due nazionali che non hanno mai alzato al cielo l'ambito trofeo. L'Olanda, trascinata da Sneijder e Robben, è imbattuta dal settembre 2008 e da 25 incontri, ha uno score di 10 vittorie consecutive ed è l'unica nazionale del torneo a non aver mai perso dalle qualificazioni fino ad oggi, come il Brasile di Messico '70. Per gli orange di tratta della terza partecipazione ad una finale mondiale. I primi due tentativi però sono andati a vuoto contro le nazionali ospitanti: nel 1974 contro la Germania Ovest e nel 1978 con l'Argentina. La Spagna invece una finale mondiale non l'ha mai giocata. I campioni d'Europa hanno perso una sola partita, all'esordio contro la Svizzera, ma possono contare su una straordinaria fioritura di campioni che ne hanno fatto negli ultimi anni una delle nazionali più complete. Le furie rosse ambiscono ad una storica doppietta che nella storia è riuscita solo a Germania ('72-'74) e Francia ('98-2000).

La squadra di Vicente Del Bosque è formata principalmente da giocatori provenienti dalle squadre nazionali e dai due colossi Real Madrid e Barcellona che formano la spina dorsale: Xavi, Iniesta, Puyol, Casillas e Villa. Quest'ultimo di giocherà il titolo di capocannoniere con Sneijder. Il fantasista dell'Inter e gli altri "emigranti" Kuyt (Liverpool) , Van Persie (Arsenal) e i ''tedeschi'' del Bayern Monaco Van Bommel e Robben, sono le armi migliori a disposizione del ct Bert Van Warwijk. Sneijder, già campione europeo con i nerazzurri e accreditato favorito per il pallone d'oro, e Robben, finalista di Champions, avranno un'altra occasione di rivalsa sui ditrigenti del Real Madrid che li hanno scaricati lo scorso anno per arrivare a Kakà e Cristiano Ronaldo, le cui stelle non si sono mai accese in questo mondiale.

I pronostici sono tutti pro Spagna. La cantante Shakira tifa per Torres e compagni e anche i vari pronostici "zoologici" sono quasi tutti a favore delle furie rosse: il famigerato polpo tedesco Paul ha assegnato la vittoria agli iberici, così come il "collega" turco Maradona, il coccodrillo australiano Harry e il panda thailandese Lin Ping. Gli olandesi hanno dalla loro il patriottico polpo olandese Pauline, lo scimpanzè Pino e il pappagallo Mani da Singapore. La sfida per entrare nell'olimpo del calcio è aperta e sarà seguita in ogni angolo del globo, compresa l'ampia zona del Pacifico meridionale che sarà interessata, in concomitanza con la finale, da una eclissi totale di sole. L'arbitro sarà l'inglese Howard Webb chiamato a riscattare l'onore della categoria dopo alcuni "orrori" dei suoi colleghi che hanno condizionato non poco il torneo sudafricano.


Lpr-CAW

© riproduzione riservata