Martedì 14 Settembre 2010

Imprenditore libero dopo misterioso sequestro lampo

Roma, 14 set. (Apcom) - L'imprenditore nolano, Antonio Buglione, è tornato libero questa mattina dopo un sequestro lampo durato poco più di 24 ore che appare ancora un mistero e sul quale gli inquirenti stanno cercando di fare luce. L'avvenuta liberazione - da quanto si apprende da fonti investigative - sarebbe stata comunicata da alcuni parenti ai carabinieri che poi hanno trovato l'imprenditore a Marigliano. L'imprenditore di 54 anni è sequestrato in misteriose circostanze l'altro ieri a poca distanza dalla sua abitazione nel Nolano, in provincia di Napoli. L'uomo, titolare di una serie di società di vigilanza privata, sarebbe stato rapito da un commando armato verso le 20 mentre stava facendo rientro a casa dopo aver trascorso alcune ore in un bar di Saviano, sua città natale. I suoi sequestratori lo avrebbero costretto, a bordo della sua Fiat Panda, ad allontanarsi. Da quel momento si sarebbero perse le sue tracce. L'auto è stata rinvenuta in via Abate Minichini, a Saviano, a poca distanza da via San Liberatore, dove Buglione abita in una palazzina con alcuni familiari. Un riscatto di 5 milioni di euro sarebbe stato chiesto ieri, con una telefonata, al fratello Carlo. Questa mattina la notizia della avvenuta liberazione.

Nes

© riproduzione riservata