Mercoledì 29 Settembre 2010

Giustizia/ Berlusconi: Riforma costituzionale per separare Csm

Roma, 29 set. (Apcom) - Il governo intende "intervenire sulla struttura del Csm con una riforma costituzionale", dando vita a "due organismi separati, uno per i magistrati inquirenti e uno per quelli giudicanti", con "conseguente rafforzamento della separazione delle carriere" tra pm e giudici. Lo ha detto in Aula alla Camera il premier Silvio Berlusconi. "Occorrerà rafforzare, a maggior tutela dei cittadini, la normativa sulla responsabilità dei magistrati che sbagliano", ha aggiunto.

Tom

© riproduzione riservata