Domenica 17 Ottobre 2010

Fiom/ Migliaia in piazza, Epifani: Pronti a sciopero generale

Roma, 17 ott. (Apcom) - La Fiom porta a Roma centinaia di migliaia di persone (ottantamila secondo la Questura) e il leader della Cgil Guglielmo Epifani, forte del sostegno della piazza, si spinge a brandire l'arma dello sciopero generale. Nonostante le polemiche della vigilia sul rischio di violenze, il corteo dei metalmeccanici Cgil "contro i ricatti" è stato alla fine una manifestazione pacifica, senza tensioni e con una larghissima partecipazione da tutta Italia. E per la Fiom e la Cgil - dopo mesi segnati da un rapporto a volte difficile e in vista dell'arrivo di Susanna Camusso al vertice di Corso Italia - è stata l'opportunità per ricompattarsi all'insegna dello sciopero generale, invocato ampiamente anche dalla piazza. In assenza di risposte, continueremo le nostre iniziative anche con lo sciopero generale", ha affermato Epifani in una san Giovanni gremita di gente, nel suo ultimo comizio da leader del sindacato. "È una delle armi - secondo il segretario generale - che può essere utilizzata, anche se non l'unica. Il paese sta rotolando, ha preso una direzione sbagliata". Parole accolte dagli applausi, come pochi minuti prima per il leader della Fiom, Maurizio Landini, che ha detto necessario "arrivare a proclamare lo sciopero generale".

Glv-Aqu

© riproduzione riservata