Domenica 17 Ottobre 2010

Russia/ Trovato morto dipendente Gazprom, forse suicidio

Mosca, 17 ott. (Apcom) - Un dipendente del colosso russo dell'energia, Gazprom, è stato trovato morto questa mattina a Mosca. Potrebbe trattarsi di un suicidio, in ogni caso la morte sarebbe sopraggiunta per un colpo sparato da una pistola che era stata regalata all'economista nientemeno che dal primo ministro del Kazakistan. Secondo una fonte della sicurezza, l'uomo, Sergei Kliouka, che lavorava nel dipartimento economico-finanziario di Gazprom, è stato rinvenuto privo di vita a bordo della sua auto, una Range Rover, con accanto la pistola. La vettura era parcheggiata in un garage sotterraneo della capitale russa. L'allarme era stato dato dalla moglie di Kliouka che non l'aveva visto rientrare a casa. "Sono in corso le indagini su questo caso di probabile suicidio", ha riferito la fonte che ha chiesto l'anonimato. "Anche se non è stato trovato alcun messaggio di suicidio", ha aggiunto. L'arma ritrovata all'interno dell'abitacolo è una pistola Cz-75 di origine ceca regalata dal primo ministro kazako all'economista di Gazprom, sempre secondo la fonte. Stando al sito Lifenews.ru, Kliouka, 36 anni, si è suicidato con un colpo alla testa.

Bla

© riproduzione riservata