Mercoledì 01 Dicembre 2010

Beni Culturali/ Abete: Il futuro è nella concessione ai privati

Milano, 1 dic. (Apcom) - Il futuro dei Beni culturali è nella concessione ai privati. E' quanto ha detto Luigi Abete, presidente di Civita Servizi, oltre che di Bnl, durante un incontro dedicato alla 'cultura, asset competitivo per la crescita dell'economia nazionale' organizzato da 'Il Sole 24 ore'. "Se è vero che i beni culturali e ambientali sono il nostro petrolio - ha messo in rilievo Luigi Abete - non possiamo accontentarci di un'impresa pubblica. E' possibile andare in una fase in cui i privati li gestiscono in concessione" come per esempio avviene negli Stati Uniti. Civita è un'associazione non profit che raccoglie circa 200 aziende che investono in cultura.

Sib

© riproduzione riservata