Martedì 21 Dicembre 2010

Iraq/ Niente Natale a Kirkuk dopo minaccia al Qaida

Kirkuk, 21 dic. (Apcom) - Niente feste di Natale a Kirkuk per i cristiani della città petrolifera del nord dell'Iraq. Il comune della città ha deciso oggi di annullare tutte le feste previste dopo le minacce di morte rivolte al vescovo locale dall'Isi (Stato islamico in iraq), il gruppo vicino ad Al Qaida attivo nella zona. "I cristiani di Kirkuk non celebreranno quest'anno il natale eccezion fatta per le messe, che del resto non avranno luogo la sera ma si celebreranno alle dieci del mattino" ha detto un responsabile delle forze dell'ordine spiegando di avere "il timore che i cristiani diventino un bersaglio". Abou Souleimane Al-Nasser, sedicente 'il ministro della guerra dell'associazione' legata ad Al Qaida (lo stesso che ha rivendicato l'attentato alla cattederale siriaca di Baghdad) ha minacciato i cristiani della zona: "siete dei ciechi a non prendere in dovuta considerazione le nostre minacce: questo vi costerà molto caro".

vgp

© riproduzione riservata