Venerdì 28 Gennaio 2011

Nordcorea/ Figlio rivela: dubbi di Kim Jong-Il sulla successione

Roma, 28 gen. (TMNews) - Il leader nordcoreano Kim Jong-Il ha avuto forti dubbi sulla successione del figlio minore Kim Jong-Un, 26 anni, designato lo scorso anno a prendere il suo posto alla guida del Paese. A rivelarlo è il figlio maggiore, Kim Jong Nam, che in un'intervista al quotidiano giapponese Tokyo Shimbun, riportata oggi dal Times, ha ribadito la sua contrarietà a una trasmissione ereditaria del potere. "La successione ereditaria non ci fu neanche sotto il cinese Mao Zedong - dice Kim Jong Nam - non è appropriata per un regime socialista e mio padre era contrario. Capisco che è stata fatta per garantire stabilità alla nazione. L'instabilità della Corea del Nord porterebbe instabilità in tutta la regione". Il figlio maggiore del leader nordcoreano ha quindi affermato che Pyongyang è determinato a portare avanti il suo programma nucleare, perchè "il potere nazionale deriva" da questo, quindi "è improbabile che la Corea del Nord vi rinunci, almeno fino a quando ci sarà un braccio di ferro con gli Stati uniti".

Sim

© riproduzione riservata