Domenica 06 Marzo 2011

Sarah Scazzi/ Corona chiede scusa in tv a Concetta, lei perdona

Roma, 6 mar. (TMNews) - Il fotografo Fabrizio Corona chiede scusa in v a Concetta Serrano, la madre di Sarah Scazzi, per essersi introdotto nella sua casa di Avetrana. E la madre della la 15enne uccisa e gettata in un pozzo ad Avetrana, accetta le scuse, attraverso il suo avvocato che risponde in diretta al videomessaggio di Corona. Il tutto a 'Domenica cinque'. Durante la trasmissione di Canale 5 Claudio Brachino mostra il videomessaggio nel quale Fabrizio Corona, collaboratore esterno del programma, chiede pubblicamente scusa a Concetta Serrano per quanto avvenuto sabato 26 febbraio. Nel messaggio Corona si rivolge alla donna "perché dopo una settimana di polemiche all'esterno, e di tormenti nella parte più interna del mio animo, sento il bisogno, sopra ogni altra cosa, di chiederti scusa; scusa per essere entrato in casa tua in questo modo, per averti spaventato, per aver violato la tua intimità e, peggio ancora, la tua sensibilità, il tuo dolore di mamma che con dignità sopravvive ad un lutto così profondo". Corona precisa che "le cose non sono andate proprio come hanno scritto i giornali": "Ho suonato alla porta, poi mi sono avvicinato all'altra entrata e quasi non mi sono reso conto di essere già in casa tua". "In un primo momento - racconta ancora - hai avuto paura, lo so che ti sei spaventata, ma poi abbiamo parlato a lungo, abbiamo chiacchierato del più e del meno, anche di Belen". "Non sono cattivo, ma sono fatto così; a volte l'entusiasmo mi prende la mano e mi fa esagerare". Ma "quello che conta adesso è che tu possa tornare a stare bene e soprattutto, che accetti le mie scuse, indipendentemente o meno dal fatto che io debba pagare comunque per il mio errore, anche perché solo così, Concetta, potrò tornare a guardare negli occhi anche la mia di madre". La risposta non tarda, Walter Biscotti, legale di Concetta Serrano interviene telefonicamente in diretta nella trasmissione e dichiara: "Ho sentito la signora Concetta che mi ha pregato di riferire pubblicamente che chi commette degli errori anche gravi, ma ha il coraggio e la disponibilità di ammettere i propri errori pubblicamente, questo gesto deve essere comunque apprezzato. Quindi le scuse di fatto sono accettate."

Red/Gtu

© riproduzione riservata