Venerdì 25 Marzo 2011

Pedopornografia on-line, perquisizioni in tutta Italia:un arresto

Roma, 25 mar. (TMNews) - Operazione anti-pedopornografia questa mattina in varie città italiane (Catania, Firenze, Milano, Pesaro, Roma, Sondrio, Teramo, Treviso e Trieste): a seguito di una collaborazione tra Polizia postale e Polizia federale brasiliana, la Procura distrettuale della Repubblica di Catania ha disposto infatti diverse perquisizioni domiciliari nei confronti di nove italiani indagati per divulgazione di video pedopornografici su Internet tramite il programma peer-to-peer 'E-mule'. A Roma, nel corso delle attività, uno dei nove è stato arrestato in flagranza di reato. Nel corso dell'indagine, tramite un sofisticato programma messo a punto dai poliziotti brasiliani, gli agenti hanno identificati 97 utenti in 28 paesi (tra cui l'Italia) che, in un dato periodo, avevano divulgato almeno 20 file pedopornografici in 5 giorni diversi, utilizzando E-mule. Poiché la Polizia postale di Catania stava svolgendo un'attività investigativa simile, gli agenti dei due paesi si sono scambiati le informazioni tramite il Centro nazionale di contrasto della pedopornografia on-line (CNCPO) della Polizia postale di Roma e si è giunti all'operazione di oggi. L'arrestato è un 41enne impiegato di Roma che deteneva oltre 14.000 file, immagini e video, contenenti scene di sesso esplicito tra adulti e minori. Numeroso il materiale informatico sequestrato durante le perquisizioni.

Red/Sav

© riproduzione riservata