Mercoledì 04 Maggio 2011

Totocalcio/ Il concorso compie 65 anni. Pronto per la pensione?

Roma, 4 mag. (TMNews) - Il Totocalcio, uno dei concorsi più popolari del nostro paese, domani compirà 65 anni. La Seconda Guerra Mondiale era appena finita e l'Italia si rimboccava le maniche per ricostruire il paese. Tra le iniziative che si susseguivano per cercare di creare nuove opportunità di lavoro ci fu il primo concorso pronostici italiano basato sulle partite di calcio. L'idea del Totocalcio nasce da tre giornalisti sportivi, Massimo della Pergola, Fabio Jegher e Geo Molo, che inventano "la schedina Sisal", il cui primo concorso parte il 5 maggio 1946. Nel 1948 il gioco passa sotto la gestione del CONI e, con il nome Totocalcio, diventa rapidamente il gioco più amato dagli italiani. La prima schedina Totocalcio è datata 5 maggio del 1946. Una colonna costava 30 lire, sarebbe salita a 50 nel 1948 per finanziare la trasferta olimpica di Londra. Ma i primi dati del 2011 non sono positivi per il concorso: nei primi 4 mesi del 2011 il totocalcio ha effettuato una raccolta di 22,8 milioni, in contrazione del 26,8 per cento sullo stesso periodo del 2010 (31,2 milioni). Il gioco che ha fatto sognare generazioni di italiani è in realtà in calo da anni, un trend che colpisce anche gli altri concorsi pronostici (Totogol e Il9) penalizzati dalla concorrenza con giochi più flessibili, remunerativi o rapidi. Nel 2004 i concorsi pronostici incassarono infatti 443 milioni, nel 2010 hanno chiuso con una raccolta di 98,7 milioni, in pratica ogni anno si è perso in media il 22 per cento delle giocate. (Fonte: Agicos)

AGC

© riproduzione riservata