Martedì 10 Maggio 2011

Bin Laden/ Raid Usa autorizzato da accordo segreto con Islamabad

Roma, 10 mag. (TMNews) - Stati Uniti e Pakistan firmarono una decina di anni fa un accordo segreto che autorizzava le forze Usa a compiere raid unilaterali in territorio pachistano contro Osama bin Laden, del tipo di quello compiuto il 2 maggio scorso ad Abbottabad che ha portato all'uccisione del capo di al Qaida. Lo rivela oggi il quotidiano britannico The Guardian. Secondo quanto riferiscono fonti pachistane e statunitensi, citate dal Guardian, l'accordo fu stipulato dall'allora presidente e comandante dell'esercito pachistano Pervez Musharraf e dal presidente americano George W. Bush, dopo che sul finire del 2001 Bin Laden era riuscito a sfuggire alle forze Usa nelle montagne di Tora Bora. L'accordo autorizzava i soldati americani a compiere raid unilaterali in Pakistan contro Bin Laden, il suo vice Ayman al-Zawahiri e il numero tre di al Qaida. "C'era un accordo tra Bush e Musharraf", spiega un ex funzionario Usa, esperto di antiterrorismo. "Ci autorizzava a catturare Bin Laden se avessimo saputo dove si trovava". Anche un funzionaro pachistano ha detto che l'accordo fu stipulato sotto Musharraf, e rinnovato dall'esercito pachistano durante la fase di "transizione democratica", nella prima metà del 2008, quando Musharraf era ancora presidente ma non più capo di stato maggiore dell'esercito. Secondo il funzionario pachistano, con il raid dei Navy Seals contro il compound di Abbottabad gli americani "hanno semplicemente applicato l'accordo". Il funzionario Usa, da parte sua, ha osservato che le proteste di Islamabad della scorsa settimana rappresentano solo la "faccia pubblica" dell'accordo. "Sapevamo che avrebbero negato questa cosa".

Plg

© riproduzione riservata