Domenica 11 Settembre 2011

Papa lancia appello su precariato: Restituire dignità al lavoro

Roma, 11 set. (TMNews) - C'è bisogno di un nuovo modello di sviluppo, "uno sviluppo sociale positivo, che ha al centro la persona, specie quella povera, malata o disagiata" ed è necessario restituire "dignità ai giorni dell'uomo e quindi al suo lavoro", superando "l'incertezza del precariato e il problema della disoccupazione". Questo l'appello lanciato con forza dal Papa ad Ancona, dove oggi, tra la grande folla che ha assistito alla celebrazione della Santa messa, c'erano moltissimi operai dei cantieri navali e di aziende in crisi. Il Pontefice ha evidenziato come non bastino "la forza del potere e dell'economia" per gestire la società in modo sano e costruttivo, e come la via sa seguire sia quella della riscoperta della spiritualità eucaristica, che "ci aiuterà anche ad accostare le diverse forme di fragilità umana consapevoli che esse non offuscano il valore della persona, ma richiedono prossimità, accoglienza e aiuto". Quindi, ha detto Benedetto XVI durante l'omelia, "dal Pane della vita trarrà vigore una rinnovata capacità educativa, attenta a testimoniare i valori fondamentali dell'esistenza, del sapere, del patrimonio spirituale e culturale; la sua vitalità ci farà abitare la città degli uomini con la disponibilità a spenderci nell'orizzonte del bene comune per la costruzione di una società più equa e fraterna".

Orm/Red

© riproduzione riservata