Martedì 04 Ottobre 2011

Attentato a Mogadiscio, camion esplode e fa almeno 50 morti

Mogadiscio, 4 ott. (TMNews) - Almeno 50 persone sono rimaste uccise dall'esplosione di un'autobomba questa mattina a Mogadiscio. Lo ha riferito un testimone che ha spiegato come l'attentato, immediatamente rivendicato dagli estremisti islamici Shebab, sia avvenuto nei pressi di un edificio governativo. L'Alto commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite (Unhcr) ha denunciato l'intensificazione delle violenze in Somalia che provoca "morti, decine di feriti" e rende più difficile la già grave situazione umanitaria. La ripresa degli scontri tra gruppi armati rivali aggrava la situazione umanitaria già molto grave", ha denunciato il portavoce dell'Unhcr Adrian Edwards. "Esortiamo tutte le forze e i gruppi armati in Somalia a evitare di colpire le zone dei civili e a garantire che i civili non siano posti in una condizione pericolosa", ha aggiunto Edwards. Si tratta del primo attentato perpetrato nella capitale somala da quando gli Shebab sono stati costretti a lasciarla ad inizio agosto, a seguito di un'offensiva delle forze filogovernative sostenute dalla forza dell'Unione Africana. Un veicolo carico di esplosivo è entrato nel cortile di un edificio governativo", ha indicato al telefono Mohamud Abdullahi, un autista di taxi. L'edificio ospita quattro ministeri.

Fcs/Cuc/Dmo

© riproduzione riservata