Martedì 17 Marzo 2009

Pd, Bettini: Prodi sbaglia, non cadde a causa di Veltroni

Roma, 17 mar. (Apcom) - "Grande stima per Prodi uomo di governo" ma "ho vissuto da protagonista quei giorni e posso dire che con la caduta del suo governo non c'entrano niente Veltroni e il Pd". Goffredo Bettini in un'intervista al Corriere della sera replica all'ex presidente del Consiglio che domenica in un'intervista ha, per la prima volta, accusato esplicitamente l'ex segretario del Pd di aver provocato la caduta del suo governo. Bettini, che di Veltroni è stato il braccio destro alla segreteria, tiene a precisare come andarono le cose: "Quel governo cadde perchè il centrosinistra era diventato una carovana ingestibile in preda a personalismi e ricatti politici. Al Senato eravamo ogni giorno in bilico...Bertinotti aveva già definito l'esperienza morta e sepolta e il voto amministrativo della primavera del 2007 fu disastroso". L'ex coordinatore politico del Pd ammette però che non è andato tutto bene in questi due anni: "Per rilanciare il progetto del Pd occorre fare tesoro dell'esperienza fatta e dei suoi errori", e spiega che dopo le dimissioni di Veltroni i dirigenti democratici hanno deciso "una moratoria nella discussione interna" e di rinviare al congresso di ottobre "i problemi irrisolti".

Gal

© riproduzione riservata