Mercoledì 03 Giugno 2009

Telenovela Kakà, per i media spagnoli è già del Real

Roma, 3 giu. (Apcom) - La nuova serie della telenovela-Kakà, dopo quella di questo inverno con il mancato passaggio al Manchester City, ha vissuto ieri una puntata ricca di colpi di scena. Che la strada del brasiliano si possa separare da quella del Milan è ormai cosa risaputa, con il Real Madrid di Florentino Perez che ha scritto il suo nome in cima alla lista degli acquisti. Stamane, tuttavia, lo stesso Kakà aveva affidato alla Gazzetta dello Sport il suo pensiero, dichiarando di non voler lasciare il Milan: "Io ho scelto, non voglio andare via dal Milan", sono state le sue parole nell'aereo che lo trasportava in patria per preparare gli impegni con il Brasile. Ma la trattativa tra il Milan e il Real esiste e, nel tardo pomeriggio di ieri, vive un'improvvisa accelerazione. Adriano Galliani, invitato da Perez alla festa per la sua presidenza, è a Madrid insieme al padre e procuratore di Kakà, Bosco Leite. Dopo una poco convincente smentita dell'amministratore delegato rossonero raccolta dal sito della Gazzetta ("sono al mare"), la radio spagnola Cadena Ser dà l'annuncio: Milan e Real hanno raggiunto l'accordo per il trasferimento di Kakà. Accordo che prevederebbe una contropartita solo economica, di circa 63 milioni di euro, e nove di ingaggio per il brasiliano. I siti di Marca ed As, i due principali quotidiano spagnoli, rilanciano la notizia, annunciando per la prossima settimana la presentazione di Kakà al Santiago Bernabeu. Le fonti ufficiali, però, rimangono in silenzio. Dopo qualche minuto dal primo annuncio, Cadena Ser cambia improvvisamente la notizia d'apertura del suo sito e fa sapere che "Carlo Ancelotti ha complicato il trasferimento di Kakà al Real Madrid". Secondo quanto riferisce l'emittente, un intervento dell'ex tecnico del Milan sul padre del giocatore avrebbe bloccato la trattativa quando l'accordo era già stato raggiunto. Ancelotti, da poco più di 24 ore ufficialmente al Chelsea, vorrebbe così portare via alla sua ex società il talento più prezioso? Una notizia poco credibile, secondo quanto si apprende da via Turati. Fonti interne al club rossonero escludono con fermezza questa ricostruzione, tenendo conto dell'affetto che lega Ancelotti al Milan, dopo otto anni passati insieme. Per i media spagnoli, in ogni caso, si tratterebbe di un ostacolo ampiamente superabile, col Real che sarebbe comunque in netto vantaggio sul Chelsea. In questo scenario la telenovela è destinata ad andare avanti. Le sorprese, ricordando ciò che successe questo inverno, sono ovviamente dietro l'angolo, ma stavolta un finale a lieto fine per i tifosi rossoneri sembra molto meno probabile. Silvio Berlusconi, da Prato dove si trovava per un comizio elettorale, ha fornito la sua versione della vicenda. "Non so se potremo trattenere al Milan Kakà perché gli offrono talmente tanti soldi", ha detto il presidente del Milan a un tifoso, "non si può trattenere qualcuno contro la sua volontà".

Cep

© riproduzione riservata