Mercoledì 03 Giugno 2009

Terrorismo; Su Pakistan, Bin Laden attacca Usa, Israele e India

Roma, 3 giu. (Apcom) - Accusando il presidente pachistano, Atif Zardari, di "alto tradimento" per la campagna militare sferrata dall'esercito di Islamabad contro i talebani nelle zone tribali del Pakistan, lo sciecco Osama Bin Laden, oltre agli americani ha accusato Israele e l'India di volere "minare l'unità del Pakistan". In un messaggio attribuito al leader di al Qaida, trasmesso oggi dalla tv satellitare araba al Jazeera, lo sceicco del terrore per la prima volta accusa l'India di volere "attentare all'unità del Pakistan". E riferendosi alle operazioni militari dell'Esercito pachistano contro i talebani nella valle di Swat, Bin Laden, ha accusato il presidente pachistano e il capo dell'esrecito di Islamabad di avere "distolto l'esercito dai suoi compiti in difesa dell'islam e della sua terra spingendolo anzi a fare la guerra ai musulmani". Guerra per la quale, "il grande traditore Zardari, riceve molto di più del 10% di commissione". Una guerra voluta da "un complotto americano-sionista-indiano", ha proseguito "che espone non solo l'economia del Pakistan al collasso, ma mette in grave rischio anche la religione, la sicurezza e l'unità del Pakistan". Nel messaggio trasmesso a brani dall'emittente qatriota, Osama Bin Laden, si dice certo che il 'complotto' contro il paese musulmano, "non farà rimuovere la preoccupazione degli americani per il pericolo nucleare pachistano". Fth

MAZ

© riproduzione riservata