Il ddl sicurezza è legge, Maroni: soddisfatto, subito regolamenti

Il ddl sicurezza è legge, Maroni: soddisfatto, subito regolamenti Via libera definitivo del Senato. Pd: un danno per l'Italia

Il ddl sicurezza è legge, Maroni: soddisfatto, subito regolamenti
Roma, 2 lug. (Apcom) - Diventa legge il ddl sicurezza. L'Aula del Senato ha infatti approvato in via definitiva il provvedimento con 157 voti a favore e 124 contrari. Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, si dice "molto soddisfatto" e spiega che con il voto di oggi si è concluso un lavoro iniziato un anno fa per rendere l'Italia "più sicura". Il ministro, dopo aver ringraziato "i colleghi di governo, soprattutto il guardasigilli Angelino Alfano, i capigruppo e i parlamentari di maggioranza", promette il massimo impegno nella redazione dei regolamenti attuativi. "Il primo - annuncia - è già sul mio tavolo" ed è quello per la creazione e gestione delle cosiddette ronde, "per il quale è prevista una serie di riunioni già la prossima settimana".Critico il Pd: "Il ddl sicurezza diventato oggi legge indebolisce la sicurezza pubblica e l'immagine già lesionata dell'Italia" afferma Dario Franceschini, segretario del Partito Democratico. Che aggiunge: "E' il prezzo che il governo paga alla Lega ed è un danno per il Paese. Questo ddl ha per titolo la sicurezza ma in realtà accresce l'insicurezza: nessuna risorsa in più è destinata alle forze di polizia (che anzi vedono uotidianamente aggravarsi i problemi di strutture efficienti e i mezzi, di risorse per straordinari e nuove assunzioni) mentre assano provvedimenti sbagliati, inutili e dannosi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA