Mercoledì 15 Luglio 2009

Pd;25 Luglio all'Aquila 'G1000 Democratico' con candidati leader

Roma, 15 lug. (Apcom) - Il segretario aquilano del Pd Michele Fina organizza all'Aquila sabato 25 Luglio il 'G 1000 Democratico' del Pd alla presenza di big e candidati alla segreteria. Fina, nel suo intervento lo scorso 27 Giugno aveva aperto l'assemblea del Lingotto con l'invito ad osservare i problemi del paese e le prospettive del Pd dall'Aquila. L`appuntamento ha già visto l`adesione del segretario del partito Dario Franceschini e Fina si augura che i candidati ci saranno tutti. "Ci troveremo tutti a L`Aquila sabato 25 luglio a più di tre mesi dal terremoto. Così come i G8 si sono riuniti qui per affrontare l`agenda delle emergenze mondiali, noi possiamo promuovere un "G1000 democratico" per affrontare i temi che riguardano il futuro del Paese nel contesto globale. E credo che dall`Aquila, oggi, si possa vedere meglio l`Italia. In tanti da tutt`Italia - spiega Fina- mi hanno scritto o chiamato per annunciarmi la loro adesione. Sarà un`importante occasione di confronto e l`invito è rivolto a tutti ma in particolare spero che vorranno esserci i tanti nuovi esponenti del Pd che in Italia si stanno misurando con la sfida di dare un`anima al nostro partito, penso agli organizzatori dell`assemblea del Lingotto, ai giovani parlamentari democratici, ai ragazzi delle tante associazioni vicine al partito e soprattutto ai segretari provinciali e di circolo e ai tanti amministratori locali". "Non mi interessa una rivendicazione generazionale - continua Fina - certo i giovani hanno un loro particolare angolo visuale del mondo di cui tener conto e certo c`è bisogno sempre di ricambio per ogni organismo che voglia mantenersi vivo e a contatto con la realtà che cambia. Ma è vero, i giovani non sono una categoria unitaria della società, non lo sono nemmeno per il marketing figuriamoci per la politica. Penso solo, come altri hanno scritto, che nel Pd tra i nomi che "non fanno titolo" ci siano tante energie e idee interessanti alle quali bisognerebbe dar voce". "L`invito è rivolto ovviamente a tutti i candidati alla segreteria nazionale e agli altri "big" del partito. Il confronto non potrebbe che arricchirsi. Dobbiamo insistere perché in questo congresso "ricostituente" del partito si parli sempre più dei punti fermi da stabilire della nostra identità e del nostro progetto politico e sempre meno di correnti e logiche di schieramento. Non sarà un`iniziativa che parlerà solo del terremoto, ma su temi come la ricostruzione dell`Aquila il Pd - conclude Fina- deve avere, da subito, una sola voce; una stessa posizione senza distinzioni di parte o di livello. Come ho detto a Torino le macerie ci sono a L`Aquila, ma anche nel partito e nella politica di questo paese, da troppo tempo".

Tor

© riproduzione riservata