Martedì 25 Agosto 2009

Donna guarita dopo Lourdes,Medico: Fatto inspiegabile

Roma, 25 ago. (Apcom) - Un caso "assolutamente insolito e per ora inspiegabile". Usa queste parole il professor Adriano Chiò, esperto neurologo e docente di neuroscienze all'Università di Torino, dopo aver visitato Antonia Raco, la 50enne di Francavilla in Sinni, in provincia di Potenza che, dopo quattro anni trascorsi sulla carrozzella a causa di una sclerosi laterale amiotrofica (Sla), ora è tornata a camminare dopo un pellegrinaggio a Lourdes. "Riesce a camminare da sola - spiega Chiò ad Apcom -. Dal punto di vista medico la seguiamo dal 2005, la paziente aveva avuto un disturbo progressivo, poi era stata costretta alla sedia a rotelle dalla quale riusciva ad alzarsi con grandi difficoltà. La diagnosi era accertata e ampiamente documentata". "Ma ora abbiamo osservato un netto miglioramento del quadro clinico. E questo, in una malattia come la Sla, pur a lento decorso, è un fatto assolutamente insolito - aggiunge - poiché si tratta di malattia considerata irreversibile". Per ora, sottolinea il professor Chiò, davanti a un miglioramento "così consistente non ci sono spiegazioni". "Nulla può essere mai detto di definitivo - prosegue - ma sicuramente è un quadro nuovo. Continueremo a vedere e seguire la signora perché alcuni sintomi della malattia sono persistenti. Dovrà tornare da noi per accertamenti strumentali per valutare obiettivamente quello che è successo, che non fa parte di quello che ci si aspetta da una malata di Sla".

Gtz

© riproduzione riservata