Martedì 15 Settembre 2009

Terrorismo/ Raid Usa in Somalia, ucciso un leader di Al Qaida

Mogadiscio, 15 set. (Ap-Apcom) - Un presunto leader di Al Qaida, Saleh Ali Saleh Nabhan, è stato ucciso ieri in un raid americano nel sud della Somalia. Nabhan, originario del Kenya, è sospettato di aver partecipato agli attentati di Mombasa rivendicati nel 2002 da Al Qaida. Ali Saleh Nabhan era sulla lista delle persone più ricercate dall'Fbi: l'attentato contro un hotel di Mombasa appartenente a degli israeliani era costato la vita a 18 persone, fra cui tre terroristi kamikaze. Contemporaneamente, un aereo israeliano era sfuggito a due missili lanciati poco dopo il suo decollo dalla città portuale kenyana. Il raid aereo ha avuto luogo sul villaggio di Erile, nel sud della Somalia, sulla costa vicino alla città di Barawe, circa 200 km a sud di Mogadiscio: una zona sotto il controllo degli estremisti islamici shebab, apertamente legati ad Al-Qaida. Secondo alcuni testimoni, all'operazione militare hanno preso parte quattro veicoli stranieri che hanno circondato un'auto, dalla quale sono stati catturati diversi passeggeri, poi imbarcati a bordo degli elicotteri. Secondo le reti televisive americane ABC e Fox, almeno un elicottero Usa ha aperto il fuoco sul convoglio che trasportava i membri di Al-Qaïda. Inoltre una nave della marina americana si trovava non lontano dal luogo del raid per fornire assistenza. (con fonte afp)

Fcs/Ape

© riproduzione riservata