Giovedì 01 Ottobre 2009

Salute/ Allarme obesità,un italiano su 5 troppo grasso. Male sud

Roma, 1 ott. (Apcom) - In Italia quasi un italiano su cinque (il 17% degli uomini e il 21% delle donne tra i 35 e i 74 anni) è obeso e il 50% degli uomini e il 34% delle donne è in sovrappeso: ogni 100 italiani adulti, quindi, 67 hanno problemi, più o meno gravi, con il proprio peso per quanto riguarda gli uomini e 55 per quanto riguarda le donne. In media la circonferenza della vita è 95 centimetri per gli uomini e 84 cm per le donne; la circonferenza fianchi è di 101 cm negli uomini e 100 cm nelle donne. Problemi di peso diffusi soprattutto nelle regioni del sud. E` la fotografia dell`Italia 'sulla bilancia' che emerge dal Progetto cuore dell`Istituto Superiore di Sanità. Per questo l`Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (ADI) ha organizzato l'Obesity Day, presentato oggi a Roma, che si svolgerà in tutta Italia il 10 ottobre. Quel giorno, porte aperte per consigli e informazioni gratuiti, delle Unità operative di dietetica e nutrizione clinica e delle Unità di nutrizione ospedaliere e territoriali. Una giornata all`insegna dello slogan 'Ogni grande impresa inizia sempre con un primo passo'. Una scorciatoia sempre più ambita per dimagrire è quella del 'palloncino'. "C`è gente, sempre più numerosa - ha detto alla presentazione dell'Obesity Day Maria Luisa Amerio, direttore Struttura complessa dietetica e nutrizione clinica dell'Ospedale Cardinal Massaia di Asti - che cerca i percorsi brevi. E` come se al primo disturbo del cuore si corresse a suonare al campanello del cardiochirurgo. Il bisturi non deve essere considerato una scorciatoia ma un`opportunità in più nei casi più complicati". Cresce così la chirurgia dell`obesità: i Centri erano 9 nel 1999, sono ora 91. Aumentano con la crescita dell`obesità: dal 1994 c`è stato uno sviluppo del 25 per cento dei casi. "Palloncino e chirurgia bariatrica - ha continuato Amerio - sono utili solo quando c`è l`indicazione precisa. La corsa che registriamo è spiegabile solo con la tanta voglia di apparire che domina la nostra realtà quotidiana. La stima della Società passa oggi attraverso la bilancia. E allora ci si affida alle esperienze di amici o al sentito dire". Secondo la Società Italiana della Chirurgia l`intervento più 'gettonato', anche se in calo, è il bendaggio gastrico (un`operazione su due), seguito dal bypass gastrico e dallo sleeve gastrectomy, in grande crescita. In occasione dell`Obesity Day è stato presentato un questionario realizzato da Nestlé, con la collaborazione dell`ADI, diretto a circa 200 mila persone per conoscere il proprio profilo nutrizionale e ricevere consigli personalizzati per uno stile di vita equilibrato. Dal Nord Est al Sud ecco, regione per regione, quanti sono gli obesi in Italia. Trentino Alto Adige: il 13% degli uomini e il 16% delle donne. Friuli Venezia Giulia: il 25% degli uomini e il 17% delle donne. Veneto: il 16% degli uomini e il 17% delle donne. Emilia Romagna: il 19% degli uomini e il 25 % delle donne. Valle d`Aosta: il 20% degli uomini e il 18% delle donne. Piemonte: il 12% degli uomini e il 13% delle donne. Liguria: il 16% degli uomini e il 19% delle donne. Lombardia: il 17% degli uomini e delle donne. Toscana: il 15% degli uomini e il 19% delle donne. Marche: il 13% degli uomini e il 15% delle donne. Umbria: il 23% degli uomini e il 21% delle donne. Lazio: il 16% degli uomini e il 19% delle donne. Campania: il 18% degli uomini e il 33% delle donne. Abruzzo: il 18% degli uomini e il 30% delle donne. Calabria: il 24% degli uomini e il 38% delle donne. Molise: il 31% degli uomini e il 23 % delle donne. Puglia: il 16% degli uomini e il 34% delle donne. Basilicata: il 34% degli uomini e il 42% delle donne. Sicilia: il 31% degli uomini e il 31% delle donne. Sardegna: il 16% degli uomini e il 14% delle donne.

Red/Sav

© riproduzione riservata