Venerdì 16 Ottobre 2009

Varese, violenta figlia per 24 anni poi abusa nipote

Roma, 16 ott. (Apcom) - Violenta la figlia per 24 anni poi molesta la nipotina di 7 anni: arrestato dalla polizia nel varesotto un operaio di 60 anni. L'uomo, un operaio transfrontaliero di 60 anni, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto dalla procura di Varese per abusi sessuali ai danni della nipote per fatti relativi al 2007, quando la bambina aveva circa 7 anni. Il gip ha poi convalidato la custodia cautelare, ma le indagini della squadra mobile di Varese hanno rivelato una lunga storia di abusi e silenzi. Tutto inizia ad agosto, quando la bambina di ormai 9 anni rivolge una domanda alla madre che lascia la donna sconvolta: 'dalle analisi del sangue posso scoprire se sono incinta?' La madre insiste, fa altre domande alla bambina e scopre la verità: il nonno della piccola, il padre della donna, ha abusato sessualmente della bambina, in almeno due occasioni, in casa e nel garage. Non un rapporto completo ma veri e propri abusi sessuali. La donna parla con il marito e insieme vanno ad affrontare, convocando una sorta di riunione di famiglia. Tutti i familiari infatti si riuniscono e la donna ora 30enne mette alle strette suo padre e di fronte a tutti racconta cosa le ha detto la figlia. L'uomo prima nega, poi confessa gli abusi. Il giorno dopo la donna va con il marito in questura e denuncia tutto, poco dopo si presenta anche il 60enne che si autodenuncia. Gli agenti ascoltano però tutti i familiari presenti alla riunione di famiglia e scoprono tutta la verità: il fratello della madre della bambina abusata rivela agli inquirenti che il padre abusava della sorella quando era piccola. Si ricordava ancora bene di quando lei aveva solo sei anni e il papà la portava con sè nel lettone. Aveva capito che qualcosa non andava e all'epoca chiese alla sorellina che negò e continuò a negare. Ma durante la riunione familiare, dopo aver scoperto che anche sua figlia era stata vittima degli abusi ha confessato al frattelo: nostro padre abusa di me da quando avevo sei anni, per 24 anni, anche dopo il matrimonio. Era rimasta in silenzio la donna, ma aveva fatto promettere al padre che non avrebbe mai toccato la nipotina, che mai avrebbe fatto subire a sua figlia le stesse cose che aveva subito lei. Ora quella promessa non valeva più e gli investigatori, sulla base del rapporto di fiducia ormai creato con la donna, sono riusciti a instaurare con gli investigatori è riuscita a rompere il silenzio e ha raccontato anche la sua storia, aiutando così con il suo racconto a ricostruire il quadro accusatorio: il 60enne adesso è nel carcere di Varese e il gip ha convalidato la custodia cautelare.

Gtu

© riproduzione riservata