Halloween/ Salvati 71 gatti neri dai riti della Notte streghe

Halloween/ Salvati 71 gatti neri dai riti della Notte streghe Interrotti riti satanici in Lombardia, Lazio, Umbria, Piemonte

Halloween/ Salvati 71 gatti neri dai riti della Notte streghe
Roma, 1 nov. (Apcom) - Notte di Halloween di lavoro per ivolontari delle "ronde del gatto nero". Sono stati 71 gliinterventi effettuati nella scorsa notte dagli oltre 400volontari Aidaa, divisi in 137 gruppi operativi che hannocontrollato oltre 700 obiettivi sensibili su tutto il territorionazionale. Gli interventi si sono prevalentemente concentrati inLombardia, Piemonte, Toscana, Umbria, Emilia, Veneto e Lazio.Nella maggior parte dei casi (58) si è trattato di falsi allarmio di semplice violazione dei cimiteri da parte di persone opiccoli gruppi che sono entrati nottetempo nei cimitericontrollati dai volontari di Aidaa senza comunque compiere attivandalici o sacrifici: in questi casi sono state rilevate le targhedelle auto che saranno fornite alle autorità locali.Sono 13 invece i casi dove sono stati individuati e messi infuga gruppuscoli di persone che presumibilmente si apprestavano acompiere sacrifici o riti esoterico-satanici. I luoghi in cui sistavano celebrando questi lugubri riti erano sia cimiteri chezone boschive. Quattro riti sono stati scoperti ed interrottinella zona del basso varesotto, 1 nei boschi di Castellodell`Acqua in provincia di Sondrio in Lombardia. 3 presunti ritisono invece stati scoperti in Piemonte, 2 nella zona di Acqui e 1in Val Pellice. Due riti individuati nella zona di Ciampino elago di Bolsena, nel Lazio.Altri 2 casi si sono verificati nella zona di Narni, in Umbria.Un rito satanico è stato scoperto e interrottonella zona di Lazzise in provincia di Verona, e un altro nella zona diCarpi in Emilia. Nel corso delle operazioni sono stati ancheritrovati e salvati 71 gatti neri avvenuto in 3 diversi depositisituati rispettivamente il Lombardia, Toscana e Umbria; il motivo della loro detenzione non è però stato ancora accertato. Ora glianimali sono stati presi in curadai volontari Aidaa e dopo le eventuali verifiche di proprietàsaranno dati in adozione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA