Lunedì 02 Novembre 2009

M.O./ Napolitano: No negazione Israele mascherata da antisionismo

Roma, 2 nov. (Apcom) - Criticare il governo israeliano è possibile ma alcune critiche sono in realtà negazioni del diritto all'esistenza dello stato di Israele: lo ha sostenuto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ricevendo al Quirinale ai delegati della conferenza mondiale dell'associazione ebraica internazionale Keren Hayesod. "Nella sua lunga storia - ha ricordato il capo dello Stato - il popolo israelitico è sopravvissuto a traversie che avrebbero annientato qualunque altro popolo; ha affrontato ingiustizie e prove durissime e, nel secolo scorso, l'immane tragedia della Shoah". "Anche quando le decisioni del governo di Israele possono risultare controverse,, deve restare netta - ha detto ancora Napolitano - la distinzione tra ogni critica, sempre possibile, all'operato di chi di volta in volta guida Israele, e la negazione, esplicita o mascherata, per esempio mascherata da antisionismo, delle ragioni storiche dello Stato di Israele, del suo diritto all'esistenza e alla sicurezza, del suo carattere democratico". "Memore del passato - ha sottolineato - l'Italia respinge con forza i proclami di quanti ancora si levano a invocare scenari di norte e distruzione di Israele. Le aberrazioni di quella Shoah di cui qualcuno vorrebbe occultare la tragica storia, non debbono mai ripetersi in nuove forme di persecuzione, fino al genocidio, in nessuna parte del mondo".

Bar

© riproduzione riservata