Sabato 31 Gennaio 2009

Arrestato in Kenya un fratellastro di Obama, la Casa Bianca tace

Nairobi, 31 gen. (Ap) - George Obama, il fratellastro del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, è stato arrestato oggi nei pressi della sua casa di Nairobi in Kenya per possesso di marijuana. Finora non è arrivato nessun commento dalla Casa Bianca sulla vicenda, che non sembra comunque destinata ad avere strascichi rilevanti per l'immagine del presidente. Secondo quanto riportato da Joshua Omokulongolo, capo della polizia locale, il ventenne George Obama, che conosce a malapena il suo più celebre fratellastro, sarebbe stato trovato in possesso di uno spinello, avrebbe opposto resistenza ai poliziotti e dovrebbe comparire in tribunale lunedì. "Non è uno spacciatore, ma si tratta comunque di una sostanza illegale e vietata", ha detto Omokulongolo ad Associated Press. Il ragazzo, che si trova attualmente in stato di fermo al commissariato di Haruma, a Nairobi, parlando con un corrispondente dell'emittente televisiva Cnn, ha negato le accuse. "Mi hanno prelevato da casa, non so di che cosa mi stiano accusando", ha detto George, che ha incontrato il fratellastro pochissime volte ed è stato uno dei pochi parenti stretti del presidente a non partecipare al giuramento, il 20 gennaio a Washington. Il presidente Obama e il fratellastro sono figli dello stesso padre, Barack Obama Sr., scomparso in un incidente d'auto nel 1982 dopo avere abbandonato il figlio e la madre, sua moglie Ann Dunham, quando Barack era molto piccolo. Nella sua autobiografia "I sogni di mio padre", il presidente descrive l'incontro avuto con il fratellastro come "una questione dolorosa", pur descrivendo il ragazzo come "meraviglioso, con uno sguardo molto cauto".

Cep

© riproduzione riservata

Tags