Venerdì 23 Gennaio 2009

Calcio; Juve, Ranieri: Pensiamo alla Fiorentina, non all'Inter

Roma, 23 gen. (Apcom) - La Juventus va avanti per la sua strada, senza pensare a cosa farà l'Inter. Così il tecnico bianconero Claudio Ranieri alla vigilia della partita di domani contro la Fiorentina, secondo anticipo della ventesima giornata di Serie A. In caso di vittoria, la Juve potrebbe agganciare temporaneamente l'Inter (impegnata domenica sera contro la Sampdoria) al comando della classifica. "Non guarderemo il risultato dell'Inter, basta e avanza la Fiorentina per tenere alta la concentrazione", ha detto Ranieri in conferenza stampa. Dei viola, che arrivano da due sconfitte consecutive, l'allenatore bianconero dimostra grande stima: "La Fiorentina sta facendo dei campionati molto molto positivi, non mi ha affatto deluso". Anche nella gara di domani all'Olimpico non ci sarà Giorgio Chiellini, che è comunque in recupero: "Penso sia una questione di giorni, da qui a una settimana. Abbiamo indicazioni positive, lui si sente bene e la fase critica è passata", ha detto Ranieri. Ancora out invece Tiago, "debilitato dall'influenza" e Mauro German Camoranesi: "Sta uscendo dall'infortunio, sta percorrendo tutte le fasi. Al polpaccio non si sente sovraccaricato, questo è un segno che il lavoro gli fa bene", ha agguinto il tecnico. Gianluigi Buffon, regolarmente convocato, è invece pronto per giocare dal primo minuto. Secondo Ranieri, le difficoltà delle grandi squadre dimostrano la crescita del campionato italiano. "E' un torneo equilibrato, con belle squadre che giocano un buon calcio. Noi vogliamo esserci nella corsa finale, ancora stiamo al rettilineo opposto, dobbiamo farne di strada, noi e gli altri. Siamo a metà percorso". Quello che deve essere chiaro è lo spirito della Juve: "Migliorare quello che già si è ottenuto, non vogliamo fermarci e non ci dobbiamo fermare", ha sottolineato. Anche le difficoltà in questa fase dell'Inter non stupiscono il tecnico: "Non può andare sempre tutto per verso giusto, tutti abbiamo avuto dei momenti no: noi, la Roma, la Fiorentina, il Milan... è una cosa normale". E se i segnali di cedimento dell'Inter e i presunti scricchiolii nello spogliatoio nerazzurro fossero dovuti alla paura della Juventus? Ranieri sorride: "Potrebbe, sarebbe simpatico". In conferenza stampa si è parlato ancora del possibile arrivo del fantasista brasiliano Diego. Su eventuali modifiche all'impianto di gioco, Ranieri ha risposto così: "Dovremmo prima prenderlo, farlo giocare fuori ruolo e vedere quanto incide. Ma ci potrebbe stare tutto, anche un cambiamento del sistema di gioco, io - ha ribadito - voglio avere un camaleonte solido".

Ant-Caw

© riproduzione riservata