Venerdì 30 Gennaio 2009

De Magistris; L'ex Pm rischia nuove inchieste disciplinari

Roma, 30 gen. (Apcom) - L'ex Pm di Catanzaro Luigi De Magistris, oggi giudice al Tribunale del Riesame di Napoli, rischia nuovi procedimenti disciplinari. La Prima Commissione del Csm ha deciso infatti di trasmettere al Pg della Cassazione Vitaliano Esposito e al ministro della Giustizia Angelino Alfano gli atti di alcuni fascicoli ancora pendenti aperti a suo carico. Fascicoli che, assieme ad altri, i consiglieri di Palazzo dei Marescialli propongono al plenum di archiviare visto che De Magistris è già stato trasferito d'ufficio e quindi non ci sono ulteriori iniziative che il Consiglio può adottare nei suoi confronti. Tre i fascicoli che la Commissione del Csm propone al plenum di trasmettere ai titolari dell'azione disciplinare. Uno riguarda il decreto di perquisizione a carico del Pg di Potenza Tufano, chiesta da De Magistris nell'ambito dell'inchiesta sulle 'toghe lucane'; decreto che poi finì sui giornali. Un altro, invece, è relativo ai contrasti tra l'ex Pm calabrese e il collega Salvatore Murone, aggiunto a Catanzaro. Il terzo, infine, è relativo ad un episodio denunciato da un avvocato, secondo il quale De Magistris avrebbe continuato ad occuparsi della posizione dei suoi assistiti nonostante nel frattempo fosse stata dichiarata la sua incompetenza territoriale ad occuparsi della vicenda.

Arc/Lux

© riproduzione riservata