Sabato 31 Gennaio 2009

Draghi: più regole e sorveglianza contro crisi finanziaria

Roma, 31 gen. (Apcom) - Più regole e sorveglianza, ma anche garanzie di trasparenza e sicurezza per gli investitori. Sono queste, secondo il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi, le condizioni per far ripartire i mercati e la fiducia di chi vi investe. Il numero uno di via Nazionale, che presiede il Financial Stability Forum, parlando con il Wall Street Journal da Davos, dove ha partecipando a incontri a porte chiuse nell'ambito del Forum, ha sottolineato che "alla fine quello che vogliamo è un settore finanziario e bancario dove ci sia più capitale, meno debito, più regole e una sorveglianza molto più forte". Il governatore di Bankitalia ha aggiunto che i mercati restano in larga misura congelati e che l'unica cosa che può attrarre gli investitori - molti dei quali attualmente fungono da finanziatori dal momento che investono in titoli di debito - è un'assicurazione di sicurezza e trasparenza. "L'unica cosa che possiamo fare per aiutare il mercato a ripartire - ha affermato Draghi - è di raccontare al mondo che esistono alcuni tipi di prodotti reali che sono semplici da comprendere, facili da prezzare e che soddisfano alcune condizioni legali".

BOL

© riproduzione riservata