Mercoledì 28 Gennaio 2009

Fmi; Italia, Collyns: Prospettive economia "piuttosto cupe"

Roma, 28 gen. (Apcom) - Sono "piuttosto cupe" le prospettive economiche per l'Italia, secondo il Fondo monetario internazionale che per quest'anno si attende una contrazione del 2,1 per cento del Pil nella penisola. "Una questione chiave", ha spiegato in conferenza stampa Charles Collyns, vice direttore del dipartimento ricerca economica dell'Fmi, è che l'Italia è entrata nella crisi in una situazione già debole, "dispone di margini di manovra limitati" sul fronte della politica economica "anche a causa del suo elevato debito pubblico". Per molti anni l'Fmi ha espresso preoccupazioni sulle performance economiche della penisola, ora, nel pieno della crisi mondiale, Collyns ribadisce i richiami a varare "anche dopo che questa tempesta sarà conclusa riforme strutturali per migliorare la crescita della produttività" con cui rafforzare i fondamentali del Paese. Su questo capitolo gli economisti di Washington prevedono di fare un punto per l'Italia con il consueto rapporto annuale di ricognizione su economia e conti pubblici, sulla base dell'article IV, che dovrebbe arrivare all'inizio di febbraio, ha precisato Collyns.

Voz

© riproduzione riservata