Mercoledì 28 Gennaio 2009

Fmi, per Italia 2 anni di recessione: in coda a G7 ed Eurolandia

Roma, 28 gen. (Apcom) - Italia per due anni di recessione. E' la previsione del Fondo Monetario Internazionale che nell'aggiornamento del World Economic Outlook, ha sensibilmente ridotto anche le previsioni per l'Italia, accreditata per quest'anno di un calo del Pil pari al 2,1%: una stima ancora più pessimistica rispetto al calo del 2% recentemente previsto sia dalla Banca d'Italia sia dalla Commissione Ue. Un pessimismo che peraltro viene confermato dagli economisti di Washington anche per il 2010 con una crescita negativa dello 0,1% a fronte del +0,5% e del +0,3% previsti rispettivamente da Via Nazionale e da Bruxelles. Le nuove previsioni Fmi - ufficializzate oggi - segnano una revisione di 1,5 punti per il 2009 e di 0,1 punti per il 2010 rispetto alle stime rese pubbliche nello scorso mese di novembre. L'Italia sarà quest'anno, secondo gli economisti di Washington, tra i grandi Paesi di Eurolandia quello che crescerà di meno alle spalle della Germania, che presenterà un Pil in frenata al -2,5%. Ma, soprattutto, l'Italia sarà l'unico Paese del G7 a non rimettersi su di un sentiero di crescita positiva nel 2010, prerogativa peraltro prevista anche per la zona euro nel suo complesso, che l'anno prossimo crescerà dello 0,2%. Un primato negativo confermato per un Paese che da anni non riesce ad elevare il suo potenziale di crescita e a schiodarsi dalla "coda" dei gruppi.

BOL

© riproduzione riservata