Mercoledì 28 Gennaio 2009

Gb; Elisabetta II nel 1970 sfuggita a attentato in Australia

Sydney, 28 gen. (Apcom) - La regina d'Inghilterra Elisabetta II è sfuggita nel 1970 in Australia a un tentativo di assassinio. Lo riferisce un agente di polizia australiano in pensione spiegando che alcuni simpatizzanti dell'Ira avevano progettato di far deragliare il treno su cui si trovava a bordo sua maestà britannica assieme al principe Filippo. Secondo il racconto fatto dall'ex investigatore Cliff McHardy, 81 anni, al quotidiano Lithgow Mercury, il 29 aprile 1970 alcuni sconosciuti hanno piazzato sulle rotaie una barra d'acciaio per far uscire dai binari il treno su cui viaggiavano le teste coronate dirette a Orange, nello Stato del Nuovo Galles del Sud. Ma l'attentato è fallito, spiega McHardy, perché il convoglio di vagoni viaggiava a bassa velocità. Nelle vicinanze di Bowenfels, nelle Blue Mountains, a circa 150 chilometri a nord ovest di Sydney, il treno ha urtato l'ostacolo ma senza conseguenze. Se McHardy ha deciso di rivelare ora questo complotto contro la regina d'Inghilterra, quasi 40 anni dopo i fatti, è perché l'ex poliziotto si rammarica che i colpevoli non siano mai stati identificati. "Sono sicuro che non si sia trattato di un semplice atto di vandalismo perché l'ostacolo è stato messo dopo il passaggio di un'altra locomotiva e dell'ispezione dei binari", ha detto l'ex agente. Per il momento Buckingham Palace non ha rilasciato alcun commento alla notizia. (Fonte Afp)

Bla

© riproduzione riservata