Giovedì 29 Gennaio 2009

Guantanamo; Famiglie prigionieri accusano Pentagono di tortura

New York, 29 gen. (Apcom) - Proprio nei giorni in cui negli Stati Uniti si discute della chiusura della base di Guantanamo gli ufficiali dell'esercito americano potrebbero finire in tribunale per i metodi di detenzione usati nella Gitmo. Le famiglie di due ex prigionieri che si sono tolti la vita nel giugno 2006 hanno avviato infatti una causa contro il Pentagono, stando a quanto riferito da alcuni legali americani. Secondo l'accusa i metodi di tortura e le brutali condizioni a cui i due erano sottoposti sono stati alla base del sucidio dei prigionieri. Le famiglie sono quelle di Salah al-Salami e Yasser al-Zahrani che hanno inoltre avviato una richiesta di risarcimento al dipartimento della Difesa per aver causato la morte dei detenuti. Secondo quanto riferito dal Centro per i Diritti Costituzionali di New York i parenti hanno accusato il Pentagono di "detenzione illegale, tortura, condizioni inumane" che avrebbero infine portato alla morte.

red

© riproduzione riservata