Giovedì 29 Gennaio 2009

Iran; Pronta lettera per Teheran: Obama vuole sanare frattura

Roma, 29 gen. (Apcom) - L'amministrazione Obama lavora da giorni alla stesura di una lettera indirizzata all'Iran di Mahmoud Ahmadinejad, con l'obiettivo di rasserenare le relazioni con Teheran ed aprire la strada a un dialogo diretto tra i due Paesi. Secondo quanto scrive oggi il quotidiano britannico The Guardian, il Dipartimento di stato Usa lavora alla bozza dal 6 novembre scorso, da quando cioè il presidente eletto Barack Obama ha ricevuto una lunga lettera di congratulazioni da parte del capo di stato iraniano. La missiva di Obama vuole costituire - secondo le fonti diplomatiche del Guardian - un gesto simbolico di apertura verso Teheran e rappresentare un autentico cambio di tono rispetto a quello della precedente amministrazione Bush, che considerava l'Iran il portabandiera dell'"asse del male". Nella lettera Washington assicura di non voler rovesciare il regime islamico iraniano, ma desidera semplicemente un diverso atteggiamento. Essa sarà indirizzata al popolo iraniano e inviata direttamente al supremo leader religioso iraniano, l'ayatollah Ali Khamenei. Nonostante il tono conciliatorio, comunque, si chiede all'Iran di mettere fine alle attività di "sponsor del terrorismo". Già due giorni fa, in un'intervista rilasciata alla televisione panaraba Al-Arabiya, Obama aveva manifestato un atteggiamento più amichevole nei confronti della Repubblica islamica. E ieri Ahmadinejad ha espresso una posizione di attesa delle prime mosse di Obama: "Ascolteremo con attenzione le dichiarazioni, studieremo attentamente le loro azioni, e se ci saranno effettivi cambiamenti, saranno i benvenuti". Ahmadinejad, che ha confermato di volersi ricandidare alle elezioni presidenziali del prossimo giugno, ha comunque detto di esigere da Washington delle scuse per il suo comportamento verso Teheran nel corso degli ultimi 60 anni.

Fcs

© riproduzione riservata