Sabato 31 Gennaio 2009

M.O.; Blair: Ora coinvolgere Hamas nel processo di pace

Roma, 31 gen. (Apcom) - Hamas dev'essere in qualche modo coinvolto nel processo di pace in Medio Oriente perché la linea dell'isolamento di Gaza finora non ha funzionato. A sostenerlo è l'inviato speciale del Quartetto (Stati Uniti, Unione Europea, Russia e Onu) Tony Blair, in una lunga intervista al Times sulle nuove prospettive dopo l'insediamento di Barack Obama alla Casa Bianca. Con una critica implicita alla strategia seguita dall'amministrazione Bush e da Israele, che ha puntato a concentrare in Cisgiordania gli sforzi per i negoziati e la ricostruzione, Blair afferma che "era la metà di ciò che serviva". La politica di "mettere Gaza da parte" e tentare di creare uno Stato palestinese soltanto nella West Bank "non ha mai funzionato e non funzionerà mai" afferma l'ex premier britannico. Poi con un riferimento alla pace ottenuta in Irlanda del nord, fa capire che potrebbe essere arrivato il momento di cominciare a parlare con Hamas: "Il mio approccio di base - dichiara Blair - è che in una situazione simile si parla con tutti". L'inviato del Quartetto, che ha già incontrato il nuovo responsabile per il Medio Oriente statunitense George Mitchell assicura poi che Gaza non verrà dimenticata perché nella Striscia ci sono 1,25 milioni di persone che chiedono uno Stato palestinese. L'amministrazione Obama, Blair ne è convinto, è impegnata in nuovi sforzi per ottenere la pace. Al giornalista che gli chiede se è stato sorpreso dell'operazione scatenata subito dopo Natale da Israele, in rappresaglia agli attacchi con razzi di Hamas, l'ex leader laburista risponde ricordando di aver "detto da tempo che serviva una strategia completamente diversa". "Sì - aggiunge - abbiamo bisogno di mostrare attraverso i cambiamenti in Cisgiordania che uno Stato palestinese potrebbe diventare realtà. Ma il problema è che se ti limiti a mettere Gaza in un angolo, allora la situazione diventa così grave da scoppiare, e consegni nelle mani della massa il potere di esplodere in qualsiasi momento".

Spr

© riproduzione riservata