Mercoledì 28 Gennaio 2009

Maltempo; Frana Calabria,Anas: Massima collaborazione con Procura

Roma, 28 gen. (Apcom) - "L'informazione di garanzia notificata al capo compartimento Anas, Salvatore Tonti, è un atto dovuto che discende dalla posizione di rilievo del funzionario e non certo dalla raccolta e dalla valutazione di elementi di responsabilità a suo carico". Lo afferma l'avvocato Giuseppe Milicia, legale dell'ingegnere Tonti, indagato dalla Procura di Cosenza dopo la frana che domenica sera ha provocato due vittime e diversi feriti, nei pressi dello svincolo di Altilia (SA-RC). Appare del tutto inappuntabile l'impostazione data all'indagine dalla Procura della Repubblica di Cosenza - si legge in una nota dell'Anas - che, nel dare corso agli accertamenti di rito, ha precisato che sarà necessario verificare ed approfondire le cause dell'evento prima di passare alla verifica di eventuali responsabilità personali". Il legale di Tonti assicura "la massima collaborazione agli inquirenti, con grande serenità e nella prospettiva del pieno e pronto accertamento dei fatti". Le vicende giudiziarie di queste ore "non stanno creando alcun disagio al lavoro", spiega l'Anas. La necessaria chiusura attuale dell'autostrada tra Cosenza e Falerna e le frane che si stanno susseguendo anche sulle strade statali del territorio circostante "sono le cause evidenti delle piogge ininterrotte degli ultimi giorni e di una situazione critica generale che riguarda l'intera provincia di Cosenza e il suo stato idrogeologico". Il lavoro che le squadre Anas stanno svolgendo "in maniera ininterrotta e in stato di emergenza presso tutti gli svincoli da domenica sera - conclude la nota - è anche la conferma di un'assistenza continua per l'utenza e di una risoluzione immediata dell'attuale stato di disagio nella circolazione e nei tempi di percorrenza tra Cosenza e Catanzaro".

Cep

© riproduzione riservata