Venerdì 23 Gennaio 2009

Maturità 2009, latino al classico e matematica allo scientifico

Roma, 23 gen. (Apcom) - Latino al liceo Classico, matematica al liceo Scientifico, pedagogia al liceo Pedagogico, lingua straniera al Linguistico, elementi di arhitettura all'Artistico. Il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelminin quest'anno ha affidato al suo canale su YouTube (http://www.youtube.com/mariastellagelmini) la comunicazione delle materie della seconda prova dell'esame di maturità 2009. Per gli istituti tecnici e professionali sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i diversi indirizzi di studio, hanno una dimensione tecnico-pratico-laboratoriale: per questa ragione la seconda prova può essere svolta, come per il passato, in forma scritta o grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando anche i laboratori dell`istituto. Le materie saranno economia aziendale per l`indirizzo Ragionieri, tecnologia delle costruzioni per Geometri, informatica generale e applicazioni gestionali nei Tecnici commerciali per Programmatori, lingua straniera per i Periti aziendali e corrispondenti in lingue estere, sistemi elettronici automatici per l`indirizzo Elettronica e Telecomunicazioni dell`Istituto Tecnico Industriale; disegno, progettazione e organizzazione industriale per l`indirizzo Meccanica dell`Istituto Tecnico Industriale; tecnologie chimiche industriali, principi di automazione e di organizzazione industriale per l`indirizzo Chimico dell`Istituto Tecnico Industriale; progettazione grafica per il Tecnico della grafica pubblicitaria dell`Istituto Professionale; disegno professionale per il Tecnico dell`abbigliamento e della moda dell`Istituto Professionale. Quest'anno, per la prima volta, sarà proposta anche la prova scritta di cinese nei licei linguistici. Negli anni passati, oltre alle lingue straniere comunitarie più diffuse (inglese, francese, tedesco, spagnolo) sono state proposte prove in lingua russa, ebraica ed araba. "Mi piacerebbe che in un futuro molto vicino la terza prova maturità fosse valutata con criteri molto oggettivi, sulla falsariga dei test internazionali", ha detto poi Gelmini su YouTube, "credo che uno dei problemi e delle debolezze delle nostra maturità è che un compito può essere valutato a seconda delle commissioni: noi abbiamo la necessità di uniformare gli standard qualitativi nel nostro sistema scolastico e allora si potrebbe pensare ad un sistema simile alla terza prova fatta quest'anno nella scuola secondaria di primo grado con il test Invalsi. Credo - ha concluso il ministro - che una terza prova valutata in maniera molto oggettiva e molto simile ai test internazionali sia una buona iniziativa".

Sav

© riproduzione riservata