Martedì 31 Marzo 2009

Opel; Merkel promette aiuti, ma no a ingresso dello Stato

Berlino, 31 mar. (Apcom) - Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha assicurato ad Opel il sostegno dello Stato per uscire dalla crisi, ma ha escluso un ingresso di Berlino nella casa automobilistica tedesca. Bisogna fare di tutto per trovare "un investitore privato che, ovviamente col sostegno dello Stato," possa dare una prospettiva di lungo periodo all'azienda, ha detto Merkel parlando davanti a tremila dipendenti Opel a Ruesselsheim, lo stabilimento centrale della casa automobilistica tedesca. "Lo assicuro espressamente: abbiamo gli strumenti" per aiutare la società, ha aggiunto, citando poco dopo l'ipotesi di garanzie statali. Merkel ha poi annunciato la creazione di un team con rappresentanti del governo federale e dei Laender ed esperti d'economia e di banche d'investimenti, che avrà il compito di rappresentare "gli interessi tedeschi" di fronte al governo statunitense e a General Motors, la casa-madre di Opel. La società tedesca si trova in difficoltà e ha chiesto aiuto nelle scorse settimane al governo federale.

Aal

© riproduzione riservata