Sabato 09 Maggio 2009

Papa: Superare ostacoli a riconciliazione tra cristiani e ebrei

Amman, 9 mag. (Apcom) - Superare "ogni ostacolo che si frappone alla riconciliazione fra cristiani ed ebrei" è un "desiderio" che il Papa auspica che emerga dalla visita di stamane al monte Nebo, in Giordania, dove, secondo la tradizione biblica, il profeta Mosè indicò al popolo di Israele la "terra promessa". Benedetto XVI, che oggi visiterà una moschea ad Amman, non ha fatto riferimento alle recenti polemiche tra Santa Sede ed ebraismo, su Pio XII, sul negazionista lefebvriano Williamson o sulla preghiera per la conversione degli ebrei del messale antico. Ma, in un passaggio del suo discorso, ha tenuto a sottolineare che "l'antica tradizione del pellegrinaggio ai luoghi santi ci ricorda l'inseparabile vincolo che unisce la Chiesa al popolo ebreo. Sin dagli inizi - ha proseguito Ratzinger - la Chiesa in queste terre ha commemorato nella propria liturgia le grandi figure dell'Antico Testamento, quale segno del suo profondo apprezzamento per l'unità dei due Testamenti. Possa l'odierno nostro incontro ispirare in noi un rinnovato amore per il canone della Sacra Scrittura e - ha aggiunto - il desiderio di superare ogni ostacolo che si frappone alla riconciliazione fra cristiani ed ebrei, nel rispetto reciproco e nella cooperazione al servizio di quella pace alla quale la Parola di Dio ci chiama".

Ska

© riproduzione riservata