Sabato 31 Gennaio 2009

Stupri; Guidonia, Alemanno: sconcertato da domiciliari a romeni

Roma, 31 gen. (Apcom) - "Sono francamente sconcertato nell`apprendere la notizia della nuova concessione di arresti domiciliari a persone implicate in reati di violenza sessuale". E` quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, dopo la notizia della concessione dei domiciliari ai due romeni accusati di favoreggiamento nei confronti di altri 4 connazionali nel caso dello stupro di Guidonia. "Non si comprende - continua Alemanno - come sia possibile che dopo la concessione di questo beneficio al ragazzo reo confesso dello stupro di Capodanno ad appena 48 ore dal suo arresto, anche ai fiancheggiatori del branco di Guidonia siano concessi gli arresti domiciliari dopo appena 3 giorni. Tutto questo nonostante l`allarme sociale che stanno generando i reati di violenza sessuale e l`autentico sdegno che sta percorrendo tutta la città. Non a caso il procuratore di Tivoli, Luigi De Ficchy, aveva chiesto per i fiancheggiatori il mantenimento della custodia cautelare in carcere". "Pur nel rispetto dei ruoli - conclude Alemanno - come sindaco di Roma non posso fare a meno di esprimere la mia protesta nei confronti di quei magistrati che decidono di assumere atteggiamenti di clemenza nei confronti dei responsabili diretti o indiretti di questi gravissimi reati. Sono francamente sconcertato nell`apprendere la notizia della nuova concessione di arresti domiciliari a persone implicate in reati di violenza sessuale".

Red/Apa

© riproduzione riservata