Controlli nei campi rom della Bergamasca Trovato un caravan rubato in Danimarca

Controlli nei campi rom della Bergamasca
Trovato un caravan rubato in Danimarca

Trescore Balneario, Zanica e Grassobbio. Sono queste le zone controllate dai carabinieri che hanno effettuato delle ispezioni e verifiche nei campi nomadi del territorio bergamasco.

I carabinieri della Compagnia di Bergamo sono intervenuti, supportati dalle unità cinofile, in collaborazione con i carabinieri forestali, le polizie locali e i tecnici comunali. Le ispezioni sono state effettuate fin dalle prime luci dell’alba di mercoledì 6 marzo: compiuti accertamenti straordinari di natura amministrativo-sanitaria e di pubblica sicurezza.

In particolare, all’interno del campo nomadi di via Pascoli di Trescore Balneario, che esiste da anni ed è regolamentato da precise procedure amministrative locali, i militari hanno identificato 18 persone, controllato 10 veicoli e sottoposto a perquisizione diverse unità abitative, rinvenendo alcuni strumenti edili risultati rubati lo scorso mese di gennaio a Martinengo, nonché diversi prodotti cosmetici dal valore commerciale di circa 500 euro, risultati rubati sempre lo scorso mese di gennaio in una nota profumeria di Grumello del Monte. Al termine dell’attività una minorenne è stata denunciata per furto.

Nel campo di Zanica, in via Bachelet, i carabinieri hanno invece identificato 20 persone e controllato 10 veicoli, fra i quali un caravan risultato rubato in Danimarca nel 2011, sottoposto perciò a sequestro. Inoltre, è stato denunciato un uomo, un 45enne, trovato in possesso di 10 grammi di marijuana.

Infine, all’interno del campo nomadi di via Basella a Grassobbio, i militari hanno identificato 14 persone e controllato 2 veicoli, non riscontrando particolari illiceità. In totale, fra le persone identificate, 15 erano già note ai militari dell’Arma, con precedenti specifici in materia di reati contro il patrimonio, segnatamente truffe e furti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA