Gatti avvelenati, presidio animalista   Accuse agli Alpini, poi la pace - Video

Gatti avvelenati, presidio animalista
Accuse agli Alpini, poi la pace - Video

Treviglio, lunedì 22 il presidio degli animalisti davanti al Parco del Roccolo mentre era in corso il pranzo di Pasquetta organizzato dalle Penne nere. La manifestazione organizzata per protestare contro la morte di diversi mici ospitati nella vicina colonia felina.

Un presidio contro i maltrattamenti agli animali lunedì 22 aprile a Treviglio davanti al Parco del Roccolo: una quarantina di attivisti si sono presentati mentre era in corso il pranzo di Pasquetta organizzato dagli Alpini. La manifestazione era autorizzata dalla Questura.

Il presidio era stato organizzato per protestare contro la morte di diversi gatti ospitati nella vicina colonia: sarebbero stati avvelenati, secondo gli animalisti, che hanno puntato il dito anche contro gli Alpini, indicandoli come colpevoli degli episodi. Il capogruppo delle penne nere di Treviglio, Pierfranco Del Bosco, ha rigettato qualsiasi accusa: «Nessun Alpino ha mai avvelenato i gatti». La questione è stata affrontata e poi chiarita sul posto, culminata con pacifiche strette di mano tra Alpini e animalisti.


Leggi di più su «L’Eco» in edicola martedì 23a aprile oppure acquistando a 0,99 euro la copia digitale del quotidiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA