I ragazzi tornano «On the road» E chi non beve viene premiato

I ragazzi tornano «On the road»
E chi non beve viene premiato

Amanti delle due ruote e automobilisti virtuosi sono avvisati. Per una volta saranno loro a cercare le pattuglie della polizia locale e a sottoporsi volontariamente all’alcoltest. Per chi riconfermerà il proprio tasso «zero» (dopo almeno un’ora e mezza dal primo passaggio) riceverà un ingresso omaggio in un locale notturno insieme a una consumazione rigorosamente analcolica.

L’invito a «mettersi in gioco»e a vivere in sicurezza il proprio divertimento arriva da «On The Road». L’iniziativa educativa - unica in Italia - che da ben dieci anni rivoluziona il modo di educare alla strada e alla legalità coinvolgendo direttamente sul campo studenti e universitari nei panni di agenti di polizia Locale e di altre forze dell’Ordine. In divisa per tre settimane - dallo scorso 20 giugno - una ventina di studenti. «On The Road» tra Bergamo, Milano e Brescia. Per loro un’esperienza concreta, «senza filtri», per conoscere, imparare e prevenire. L’iniziativa - promossa dall’Associazione socio educativa Ragazzi On The Road, nata da un’idea dall’agente di polizia locale Giuseppe Fuschino e il giornalista Alessandro Invernici - mira a infondere tra le nuove generazioni una maggiore responsabilità e consapevolezza dei rischi, soprattutto in ambito stradale, per la prevenzione e gestione delle emergenze.

La «Notte ZeroOn The Road» - com’è stata soprannominata - è in programma venerdì 8 luglio. L’appuntamento per tutti, a partire dalle 21, è lungo l’ex provinciale a Bagnatica e sull’ex strada statale ad Albano Sant’Alessandro. In strada, schierati fino a mezzanotte, gli agenti della Polizia Locale dell’Unione comunale dei Colli. Insieme a loro i giovani protagonisti di «On The Road» e, per l’occasione, anche autorità, istituzioni e partner del progetto tra cui gli amministratori e i corpi di polizia locale dei Comuni che aderiscono all’esperienza educativa rivolta agli studenti: Seriate, Orio al Serio, Unione Insieme sul Serio, Alzano Lombardo, Treviglio, Scanzorosciate, Unione Terre del Serio e Desenzano del Garda.

Automobilisti e motociclisti che, dopo almeno un’ora e mezza, torneranno agli speciali appostamenti della polizia locale per rifare il test confermando il tasso alcolico «zero» riceveranno in omaggio un ingresso in discoteca con cocktail «alcol free», grazie al contributo del noto locale notturno Life Club di San Lorenzo di Rovetta, partner del progetto «On The Road» insieme alla gelateria Pandizucchero.

L’etilometro, infatti, sarà in funzione anche in gelateria. L’iniziativa si ripeterà presso il famoso chiosco di Almé. Per chi dalle 21 di venerdì 8 luglio fino a mezzanotte di sabato 9 luglio passerà dalla storica gelateria di via Locatelli 32 e si sottoporrà volontariamente al test alcolemico dimostrando di mantenere il valore negativo anche qui dopo almeno un’ora e mezza riceverà infatti un cono gratuito per sé e i passeggeri del veicolo (moto o auto) con il quale transiterà lungo la strada. Automobilisti e motociclisti che si fermeranno avranno inoltre la possibilità di assaggiare lo speciale gelato «On The Road» creato appositamente dal maestro gelatiere Ronald Tellini.

Tra i testimonial della speciale «Notte Zero On The Road» ci sarà il giovane Paolo Cancelli. Scenderà in strada, da incidentato, sulla sua sedia rotelle, insieme agli altri studenti protagonisti del progetto per sottolineare l’importanza dell’attività dell’associazione nella diffusione di una maggiore consapevolezza in merito a sicurezza stradale e prevenzione dei rischi. Nella stessa nottata i «Ragazzi On The Road»- a cui è stato affidato il compito di far conoscere tra i più giovani il Numero unico di emergenza 112 - inviteranno automobilisti e motocilisti a scaricare l’App «salvavita»“Where Are «U». Diffusione resa possibile anche grazie all’importante collaborazione di Fai (Federazione autostrasportatori italiani) Bergamo e Fai Service e ancora al contributo di UbiI Banca Popolare di Bergamo.

Le attività «On The Road» vengono documentate all’indirizzo www.ragazziontheroad.it dai «reporter» dell’Università degli Studi di Bergamo e consultabili attraverso i social: la pagina Facebook «Ragazzi On The Road», così come su Twitter «@OnRagazzi», Instagram «ragazziontheroad» e il canale YouTube «Ragazzi On The Road».


© RIPRODUZIONE RISERVATA