Il condizionatore va in cortocircuito Casa in fiamme, due persone in ospedale
I vigili del fuoco nella casa della donna

Il condizionatore va in cortocircuito
Casa in fiamme, due persone in ospedale

Per combattere la calura ha acceso un condizionatore mobile in camera da letto, che però per un cortocircuito è andato in fiamme, provocando un incendio che ha danneggiato la sua casa.

Dovrà così rinunciare a tornare nel suo appartamento per alcuni giorni la donna di 80 anni il cui apparecchio ha causato un grosso danno alla sua abitazione di Calcio, in via Roncaglie, al primo piano di una villetta.

I vigili del fuoco hanno dichiarato inagibile l’appartamento dell’anziana. Il loro intervento è stato provvidenziale per evitare che le fiamme potessero interessare la bombola del gas in cucina. Lo spavento per quanto accaduto ha fatto però un brutto scherzo alla donna, che ha avuto un mancamento ed è stata poi portata all’ospedale di Romano. Anche un parente che abita al pianterreno della casa è finito in ospedale: nel tentativo di spegnere l’incendio con la canna dell’acqua, ha respirato il fumo, rimanendo leggermente intossicato.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 6 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA