La comicità di Paolo Nani «La lettera» in scena a Treviglio

La comicità di Paolo Nani
«La lettera» in scena a Treviglio

Sabato 1 dicembre riflettori accesi sullo storico, geniale e comico spettacolo del maestro Paolo Nani.Al Filodrammatici alle 21.

Un gioiello di arte e tecnica teatrale, genialità, precisione, ritmo e comicità, capace di sorprendere e meravigliare: si tratta de La lettera, spettacolo del riconosciuto maestro internazionale del teatro fisico Paolo Nani, per la regia di Nullo Facchini. Torna nella Bergamasca e arriva a Treviglio, sul palco del Teatro Filodrammatici sabato 1 dicembre alle 21. Un interprete dal talento e stile unici, un titolo intramontabile e pluripremiato, che continua a girare il mondo dal 1992 superando ormai le 1200 repliche e non smette mai di affascinare il pubblico di tutte le età e di qualsiasi continente: dall’Argentina alla Norvegia, dalla Groenlandia alla Turchia, dalla Spagna al Giappone.

Liberamente ispirato al libro pubblicato nel 1947 Esercizi di stile, dello scrittore francese Raymond Queneau, dove una breve storia è ripetuta per 99 volte in altrettanti stili letterari, La lettera ha una trama molto semplice: un uomo (l’attore e regista Paolo Nani) entra in scena, si siede a un tavolo, beve un sorso di vino, contempla la foto della nonna e scrive una lettera. Quindi la imbusta, la affranca e sta per uscire, ma gli viene il dubbio che nella penna non ci sia inchiostro. Controlla e constata che non ha scritto niente. Deluso, esce. La storia si ripete tante volte, sempre diverse: all’indietro, con sorprese, volgare, senza mani, horror, cinema muto, circo ed altre ancora. Per l’attore: nessuna parola, solo azioni fisiche. Per gli spettatori: risate assicurate e ininterrotte per tutta la durata della performance.

Paolo Nani, classe 1956, originario di Ferrara, dal 1990 risiede e lavora a Vordingborg in Danimarca. Nel suo percorso di formazione, l’incontro con il circo, la clownerie, l’attore-mimo ceco Bolek Polivka, l’Odin Teatret di Eugenio Barba. Oltre a recitare, è impegnato come docente teatrale in corsi e workshop. I riconoscimenti per lo spettacolo: Menzione d’onore al Copenhagen Stage Festival, Primo premio United Slapstick – The European Comedy Award, Frankfurt a.m., Primo premio Roner SurPris 2005 a Bolzano, Italy, Premio del pubblico alla Mostra Internacional de Teatro de Santo André 2016 in Portogallo.

Ingresso: 12 euro.
I biglietti sono già in vendita sul sito www.teatrofilodrammaticiditreviglio.it e in teatro il giorno stesso dello spettacolo a partire dalle ore 19,30, salvo esaurimento posti.
Riduzioni previste previa presentazione tessera Teatro Filodrammatici, Soci Coop, Soci AVIS.
Ingresso gratuito fino a 10 anni (nati dopo il 31.12.2007). La sottoscrizione della “Tessera Sostenitore” al costo di euro 10,00 dà diritto alle riduzioni previste.


© RIPRODUZIONE RISERVATA