Carabinieri travolti durante un controllo Scene da far west a Calcio
Le scene dell’inseguimento da Calcio a Orzinuovi fermate in un fotogramma (Foto by Giornale di Brescia)

Carabinieri travolti durante un controllo
Scene da far west a Calcio

Due carabinieri travolti e feriti a Calcio durante un controllo: sparatoria e corsa in auto nella Bassa. Due fermati a Orzinuovi.

Un inseguimento per fermare un’auto sospetta partito da Calcio, durato diversi chilometri e culminato a Orzinuovi con lo speronamento e l’arresto dei fuggitivi e il ferimento dei due carabinieri che li seguivano. Pomeriggio movimentato giovedì 24 gennaio lungo le strade della Bassa, dell’Alto Cremasco e del Bresciano, per la fuga di una Fiat Punto con a bordo due indiani che non si è fermata all’alt dei carabinieri. Il tutto ha avuto inizio alle 17,30 quando i due individui sono arrivati nel centro di Calcio provenienti da Chiari, dove risiedono.

Dopo essere usciti dalla farmacia, hanno notato nelle vicinanze una pattuglia dei carabinieri della locale stazione: una presenza che ha allarmato il più grande dei due indiani, che una volta salito in auto, proprio per non avere la patente, come poi risultato, si è mosso con sospetta rapidità. I carabinieri a quel punto hanno intimato l’alt al veicolo che invece ha ingranato la marcia e ha investito un carabiniere. Il militare ha avuto appena il tempo di rialzarsi quando è stato travolto nuovamente dai due malviventi. I due militari si sono messi comunque all’inseguimento della Punto, con a bordo anche un minore di 16 anni, allertando via radio altri colleghi. Prima di partire l’altro militare ha sparato due colpi in aria.

L’inseguimento si è sviluppato lungo le strade di Pumenengo, Torre Pallavicina, Soncino e infine Orzinuovi. Qui la pattuglia inseguitrice ha speronato l’auto dei fuggitivi, all’altezza della rotatoria di via Milano. I due indiani sono stati fermati e ammanettati, quindi portati al comando dell’Arma di Treviglio, mentre per i due carabinieri si è reso necessario il trasporto all’ospedale di Chiari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA