«Mattia, la scuola ti ricorderà per sempre» Un’aula intitolata alla memoria del giovane
Mattia Rapetti

«Mattia, la scuola ti ricorderà per sempre»
Un’aula intitolata alla memoria del giovane

Un’aula intitolata alla sua memoria. È questa la proposta che il dirigente scolastico del liceo Galileo Galilei di Caravaggio Claudio Venturelli presenterà al Consiglio di istituto per ricordare Mattia Rapetti, il giovane di 18 anni di Mozzanica morto domenica all’ospedale di Treviglio a causa di una polmonite con successive complicazioni cardiache.

I compagni di classe di Mattia (che frequentava la 5a I indirizzo linguistico) saranno tutti al funerale che sarà celebrato mercoledì alle 14 Caravaggio, nella parrocchiale. A quanto risulta non hanno ancora pensato ad alcuna iniziativa per ricordare il loro compagno, salvo scegliere la canzone che sarà diffusa al termine delle esequie. Una cosa, però, l’hanno già fatta: ciascuno di loro ha scritto una lettera alla madre del diciottenne, Floriana. Mercoledì mattina, inoltre, al liceo, alle 10,15 ci sarà un tintinnio della campanella che segnerà l’inizio del minuto di silenzio dedicato a Mattia. Sul sito web della scuola apparirà un nastro nero in segno di lutto: «Non vogliamo però - ha affermato il dirigente scolastico - che, dopo il funerale, tutto finisca. Siamo una grande famiglia che non dimentica i suoi membri scomparsi tragicamente. Per questo motivo la mia intenzione è quella di proporre alla prossima seduta del Consiglio di istituto l’intitolazione di un’aula del liceo alla memoria di Mattia».

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 24 gennaio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA