Nuovo blitz a Zingonia, un arresto Sequestrato mezzo kg di droga

Nuovo blitz a Zingonia, un arresto
Sequestrato mezzo kg di droga

Rintracciati anche dieci clandestini nella nuova operazione dei carabinieri della Compagnia Treviglio a Zingonia.

A distanza di circa 20 giorni dalla nota «Operazione Zingonia 3» dei carabinieri della Compagnia di Treviglio guidati dal capitano Davide Onofrio Papasodaro, dall’alba di mercoledì 29 marzo, altre perquisizioni per la ricerca di droga sono state eseguite dai militari della Bassa Bergamasca in un altro palazzone di Ciserano, e precisamente all’Anna 1.

Si tratta, in sostanza, di un «colpo di coda» delle indagini principali sfociate nelle attività di polizia giudiziaria compiute sistematicamente, nei mesi scorsi, dai carabinieri. Una trentina di uomini, con il supporto altresì di un’unità cinofila antidroga del Nucleo dei carabinieri di Orio al Serio, diretti e coordinati sul posto dal Comandante di Compagnia dei Carabinieri, hanno così d’iniziativa perquisito una decina di appartamenti, potenziale «covo» di spacciatori.

A seguito delle operazioni compiute, i militari hanno arrestato su ordinanza di custodia cautelare un senegalese 26enne, pregiudicato, colpito da provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Bergamo per reati contro i pubblici ufficiali. Lo straniero è stato così arrestato e trasferito in carcere. I carabinieri hanno poi rinvenuto e sequestrato circa mezzo kg di hashish ed una decina di grammi di cocaina, nonché materiale vario per il confezionamento dello stupefacente e numerosi bilancini digitali di precisione.

Rintracciati anche una decina di clandestini, tra marocchini e senegalesi, nei confronti dei quali, oltre alla denuncia penale per la relativa posizione di irregolarità sul territorio nazionale, è stata altresì avviata la procedura di espulsione amministrativa dal territorio italiano. Come già rilevato altre volte in passato, sono stati anche individuati diversi contatori dell’energia elettrica e del gas allacciati abusivamente (motivo per il quale scatteranno i debiti approfondimenti per procedere così alle relative contestazioni penali per furto aggravato), nonché una grave e cronicizzata situazione di degrado all’interno degli appartamenti sottoposti a perquisizione dai militari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA