Omicidio di Caravaggio, riapre la sala slot Ma le salme sono ancora sotto sequestro

Omicidio di Caravaggio, riapre la sala slot
Ma le salme sono ancora sotto sequestro

Dissequestrato il locale teatro del duplice omicidio del 4 aprile scorso. Le indagini dei carabinieri ancora in corso: non c’è il nulla osta per i funerali della coppia uccisa.

Benché gli inquirenti mantengano in questa fase il massimo riserbo, sembra tutt’altro che conclusa l’inchiesta sul duplice omicidio di Carlo Novembrini e della compagna Maria Rosa Fortini, 51 e 40 anni, che abitavano a Sergnano, nel Cremasco e che sono stati uccisi nel pomeriggio di mercoledì 4 aprile all’interno della sala slot «Gold Cherry» di Caravaggio, nel centro commerciale alle porte della cittadina.

Venerdì 28 aprile la sala slot ha potuto riaprire i battenti, dopo che i carabinieri hanno dissequestrato il locale. A venti giorni dal delitto, invece, le salme delle due vittime sono ancora sotto sequestro all’obitorio dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dov’erano state eseguite le autopsie.

Leggi di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 28 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA