Dà in escandescenze e scappa Romano, lo bloccano sul tetto

Dà in escandescenze e scappa
Romano, lo bloccano sul tetto

Un quarantenne perde il controllo al supermercato Conad di Romano: poi sale in auto e si ribalta dopo 500 metri. È grave.

Sotto l’effetto di alcol e droga, ha prima dato in escandescenze in un supermercato, poi è fuggito a tutta velocità in auto, ribaltandosi. Infine è stato bloccato dai carabinieri dopo un rocambolesco inseguimento sul tetto di una cascina. Mattina di follia lunedì 24 settembre a Romano per un marocchino 40enne, clandestino e pluripregiudicato, finito in ospedale e poi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e violazione di domicilio.

Il tutto ha avuto inizio alle 10,30 al Conad di via Isonzo, dove l’uomo ha inveito contro la gente già nel parcheggio. Una volta entrato nel punto vendita, ha continuato a urlare e provocare i clienti, bevendosi anche un po’ di limoncello dalla bottiglia di uno scaffale. Una volta alla cassa ha pagato regolarmente quanto aveva comprato - pannolini e una bottiglia di liquore -, continuando però nel suo fare minaccioso. All’esterno un agente della polizia locale di Romano lo ha affrontato cercando di calmarlo, poi d’un tratto il marocchino è salito su una Opel Astra e nel ripartire per poco non ha investito il vigile.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 25 settembre 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA